TORINO FC E INALPI per GRAND PRIX
AL VIA LE QUALIFICHE DEL TROFEO INALPI
 
 
 

 





- La vincitrice Alice Volpi, argento per Elisa Di Francisca, bronzo per Francesca Palumbo e Anastasiia Ivanova.

- Il vincitore Race Imboden, l'argento Ka Long Choung, bronzo per Alessio Foconi e Gerek Meinhardt

L'azzurra Alice Volpi e lo statunitense Race Imboden sono i vincitori del TROFEO INALPI 2019, il GRAND PRX FIE di fioretto maschile e femminile che si è concluso sulle pedane del Pala Alpitour di Torino, prova d'apertura del calendario Grand Prix. L'azzurra campionessa del mondo Alice Volpi si è imposta in una finale tutta italiana sulla jesina Elisa Di Francisca e su un podio per tre quarti tricolore, con alle loro spalle la medaglia di bronzo della potentina Francesca Palumbo accanto a quella della russa Anastasiia Ivanova. La Volpi si è aggiudicata la sfida decisiva per 15 - 9 alla guida di un assalto che l'ha portata velocemente sul vantaggio di 8 a 1, prima dell'inseguimento da parte della Di Francisca che non è tuttavia riuscita a riprenderla. "_Torino è sempre una gara particolare e poter festeggiare un'altra vittoria qui, dopo quella del 2015, è bellissimo. Un podio tutto italiano è ancora più bello, sono felice di festeggiare con Elisa e Francesca, soprattutto in questa nuova location che è davvero magica_ - ha dichiarato raggiante alla fine Alice -. _In finale contro Elisa non è stato semplice, ma volevo vincere e alla fine ho scaricato cin quell'urlo tutta la tensione e anche la stanchezza per una gara lunga che per me è iniziata alle 9.00.Grazie al pubblico di Torino: questa vittoria è sua_." Alice Volpi, anche finalista a Torino lo scorso anno, ha conquistato l'ultimo atto battendo in semifinale la russa Anastasiia Ivanova 15 - 12 con un assalto equilibrato fino al 10 pari, riscendo poi a staccarsi con due stoccate di fila che l'hanno portata sul 12 a 10 per poi chiudere 15 -12. Nell'altra semifinale derby fra la jesina Elisa Di Francisca e la potentina Francesca Palumbo, che proprio oggi ha compiuto 25 anni e quindici giorni fa a Saint Maur ha conquistato il suo primo podio in Coppa del Mondo aggiudicandosi il bronzo. La Di Francisca, al suo primo podio individuale torinese, ha conquistato la finale per 15 - 7 comandando l'assalto fin dall'inizio. Nel maschile successo dello statunitense Race Imboden sul ventunenne honkonghese Ka Long Cheung per 15 - 6, bronzo per l'azzurro Alessio Foconi. La corsa del campione del mondo Foconi si è fermata in semifinale, dove il ventinovenne romano non è riuscito a frenare l'esuberanza dello statunitense Race Imboden che ha tenuto il vantaggio fin da subito e per tutto l'assalto: Foconi lo ha recuperato per ben due volte prima sul 10 pari e poi sul 13 pari, senza però riuscire a prendere il comando. Imboden si è così aggiudicato il passaggio in finale per 15 - 13. Nell'altra semifinale il ventunenne honkonghese Ka Long Cheung si è imposto sull' l'altro statunitense Gerek Meinhardt per 15 - 12. IL TABELLONE FEMMINILE Delle dodici azzurre alla partenza in main draw, a sorpresa il Trofeo Inalpi perde al primo turno Martina Batini per mano della statunitense Nzigha Prescod 15-12; insieme a lei anche Erica Cipressa, Marta Camilletti ed Elisabetta Bianchin. Al tabellone delle sedici, ottavi di finale, nessun problema per la numero uno del seeding e numero due mondiale Alice Volpi che domina 15 - 9 la francese Morgane Patru, mentre Elisa Di Francisca supera la paura e l'avversaria statunitense Lee Kiefer 15 - 14 con l'ultima stoccata e l'abbraccio liberatorio del c.t. Cipressa. Il colpo di scena invece, sempre negli ottavi, arriva dalla prematura eliminazione di Arianna Errigo per mano della compagna di squadra Camilla Mancini, 15 a 12. Al tabellone delle otto approdano quindi tre azzurre, Alice Volpi, Elisa Di Francisca e Francesca Palumbo, che si aggiudicano anche il turno successivo e quindi il podio: la Di Francisca superando agevolmente Camilla Mancini 15- 11, la Volpi battendo la tedesca Leonie Ebert per 15 - 8, la lucana Francesca Palumbo compiendo l'impresa di battere la russa campionessa olimpica e numero uno del ranking mondiale Inna Deriglazova, anche regina uscente del Trofeo Inalpi: 15 - 5 lo score netto con cui la potentina, che ha compiuto 25 anni proprio oggi, si regala un posto fra le prime quattro, il suo secondo podio in Coppa del Mondo dopo quello scorso a Saint Maur. IL TABELLONE MASCHILE Anche nel tabellone maschile dodici gli azzurri in tabellone questa mattina: fuori al primo turno Lorenzo Nista, battuto dal coreano Kim 15/12. Al tabellone dei 32 la gara torinese perde il campione olimpico Daniele Garozzo, fermato dal polacco Michal Siess 15-7, e il numero uno del ranking FIE, il britannico Richard Kruse, eliminato dall'ungherese Daniel Dosa. Allo stesso turno, il derby fra Giorgio Avola ed Edoardo Luperi promuove il n. 13 del mondo Avola 14 - 13. Al tabellone dei sedici giungono Alessio Foconi, Giorgio Avola e Andrea Cassarà, agli otto approdano Foconi e Avola, con Cassarà fermato dallo statunitense Gerek Meinhardt 15/13. In zona podio arriva però solo Foconi, con la vittoria negli otto sul russo Timur Safin per 15-12. Avola si arena invece contro l'imponenza dello statunitense Gerek Meinhardt 15/11. In zona podio si piazzano anche Ka Long Cheung, autore della vittoria netta sull'altro statunitense Alexander Massialas per 15 - 7, e Race Imboden (15 - 13 sul russo Andrei Chereminisov) OLTRE 2000 SPETTATORI, 1200 PAGANTI Sugli spalti, il TROFEO INALPI ha registrato nell'arco della giornata più di 2000 spettatori, di cui circa 1200 paganti, un numero superiore alle altre edizioni al Pala Ruffini: "Forse ha giovato la giornata unica per le finali con uomini e donne sulle pedane in contemporanea - commenta Michele Torella, presidente del Comitato Organizzatore del TROFEO INALPI -. Uno spettacolo raddoppiato rispetto agli altri anni al medesimo costo del biglietto." IL PALA ALPITOUR, UNA LOCATION D’ECCEZIONE CHE HA ONORATO LE ASPETTATIVE Anche la sede avveniristica del Pala Alpitour ha sortito il suo effetto: "_Sia la FIE (Federazione Internazionale Scherma) che la Federazione Italiana Scherma hanno espresso ammirazione per l'impianto_ - aggiunge Torella -. _Nessuna prova di Grand Prix o di Coppa del Mondo può contare su una location del genere, non ci sono eguali. Speriamo di poterci contare anche per il prossimo anno. La FIE ha promosso a pieni voti Torino: iha elogiato la partecipazione del pubblico, più numeroso rispetto agli altri, l'allestimento dell'impianto e l'aspetto organizzativo dell'evento. Torino può ritenersi soddisfatta, ha onorato le aspettative che le riconoscono grandi potenzialità_."

_______________________________________________
AL VIA LA BIGLIETTERIA PER IL GRAND PRIX FIE 2019 DI FIORETTO
“TROFEO INALPI”

Parte martedì 15 gennaio la prevendita per il GRAND PRIX FIE “TROFEO INALPI” di fioretto maschile e femminile in programma al PalAlpitour di Torino dall’8 al 10 febbraio: i biglietti per assistere alle finali maschili e femminili di domenica 10 sono acquistabili online sul sito www.diyticket.it oppure presso la biglietteria del PalAlpitour nei giorni dell’evento. Costo del biglietto intero 10 euro (+ 1,50 prevendita), ridotto 8 euro (+ 1,50 prevendita). L’ingresso alle qualifiche femminili di venerdì 8 e a quelle maschili di sabato 8 febbraio è invece gratuito. Anche quest’anno l’evento torinese inaugura il calendario del GRAND PRIX FIE che vede in tutto nove tappe mondiali, tre per ciascuna arma: per quanto riguarda il fioretto, dopo Torino seguono Anaheim (USA, 15 – 17 marzo) e Shanghai (Cina, 17 – 19 maggio). Ancora una volta, dunque, Torino costituirà l’unica occasione in Europa per assistere nella stessa giornata, domenica 10 febbraio, allo spettacolo dell’eccellenza mondiale del fioretto maschile e femminile riunito sulle pedane del PalAlpitour per la conquista del primo titolo GRAND PRIX FIE 2019: fra i protagonisti, anche il Dream Team azzurro con i campioni mondiali 2018 Alessio Foconi e Alice Volpi. Il Trofeo INALPI è organizzato dall’Accademia Scherma Marchesa con il sostegno della Regione Piemonte.

Archivio stampa

E' online l'archivio stampa della edizione di marzo 2014 e delle precedenti (Archivio stampa)

Torino e la Scherma

Il 1° maggio 1843 nasce a Torino la prima Società Ginnastica d'Italia su invito della Casa Reale e l'anno successivo si inaugura la prima palestra di scherma d'Italia.

Continua / Riduci
Torino e la scherma hanno sempre avuto un stretta relazione sin dalla nascita della Federazione Italiana della quale il 2009 è il centesimo anno dalla fondazione. In cento anni la scherma italiana è salita oltre cento volte sul podio dei Giochi Olimpici ed il numero delle medaglie conquistate è addirittura 114. Molti sono gli allori vinti dagli atleti torinesi sulle pedane olimpiche, dei campionati e coppe del mondo. Ricordiamo a titolo d’esempio Giuseppe Delfino, Giorgio Anglesio e Cesare Salvadori, mentre in campo femminile spiccano tra gli altri, i nomi di Vannetta Masciotta e Laura Chiesa. Un record di eccezionale spessore che ha portato e continua a portare un contributo fondamentale al prestigio internazionale di tutto lo sport italiano, infatti nessuna disciplina sportiva azzurra è riuscita a vincere tante medaglie quante quelle conquistate dalla scherma. Torino ha ospitato spesso competizioni internazionali, ricordiamo ad esempio prima il Trofeo Martini e poi il Trofeo Lancia. Grazie ai Campionati del Mondo di Scherma del 2006, agli ottimi rapporti instaurati con la Federazione Internazionale e al pregevole lavoro svolto dall’Accademia Scherma Marchesa nell’organizzazione delle gare, garantendo sempre standard qualitativamente elevati, Torino ha ottenuto la consacrazione definitiva a sede accreditata per gare internazionali. La Federazione Internazionale di Scherma, dopo il successo delle edizioni precedenti consecutive dal 2009 della Coppa del Mondo di Fioretto Femminile organizzata dall’Accademia Scherma Marchesa, ha nuovamente assegnato all’Italia e a Torino nella stagione 2018-2019 una tappa della massima espressione delle competizioni schermistiche,

La grande scherma mondiale torna a Torino nei giorni 8-9-10 Febbraio 2019 con il “Trofeo INALPI – Grand Prix di Fioretto M/F””

Dopo i grandi successi olimpici di Londra e Rio, è’ un onore per l’Accademia Scherma Marchesa organizzare tale gara ed orgoglio della Città di Torino ospitare circa 400 atleti provenienti da oltre 40 nazioni che rappresenteranno il gotha mondiale della scherma. Tra gli italiani saranno presenti a Torino le Campionesse Olimpiche e del Mondo Arianna Errigo, Alice Volpi, Elisa di Francisca oltre il campione olimpico Daniele Garozzo e il neo Campione del Mondo Alessio Foconi oltre a tutti gli atleti del “Dream Team” italiano maschile e femminile freschi del Oro e dei Titoli Mondiali vinti ai Campionati del Mondo appena conclusosi a Wuxi (Cina) e, solo per citare alcune nazioni, parteciperanno le agguerrite compagini di Russia, Corea, Cina e Stati Uniti. La gara riveste particolare importanza perché gli atlete di tutto il mondo si confronteranno con i vincitori delle Olimpiadi di Rio 2016 e Wuxi (CHN) 2018 facendo rivivere grandi emozioni. L’evento sarà seguito da RaiSport, Eurosport, Olympic Channel e NBC Universal. L’evento sarà al centro dell’attenzione mediatica portando Torino alla ribalta mondiale con un appuntamento sportivo di grande prestigio. Torino sarà la prima ed unica città europea di tale esclusivo circuito costituito solo da tre tappe. Seguiranno in primavera 2019 le città di Anaheim (California - USA) e Shanghai (Cina).